Scuola Primaria

Slide background

Il loro sorriso
dipende da noi

Scopri la nostra Offerta

Slide background

Supportarli nell'apprendimento
la nostra missione

Scopri le Aree Tematiche

Slide background

Training specifici
e personalizzati

Scopri la nostra Offerta

Slide background

Una palestra speciale
per imparare ad imparare

Scopri le Nostre Aree Tematiche

Slide background

Una struttura flessibile
a supporto delle famiglie

Scopri i nostri Trattamenti

Slide background

Valutazione diagnostica
e profilo di funzionamento

Scopri il nostro Protocollo Diagnostico

Slide background

Gentile genitore,
Il Centro Studi IRIDAC ti dà il benvenuto nel suo doposcuola specialistico. In questa breve guida ti spiegheremo il funzionamento e i suggerimenti per supportare tuo figlio al meglio in questo nuovo percorso.

Che cos’è un doposcuola specialistico?

L’obiettivo di ogni doposcuola è quello di supportare i bambini e i ragazzi durante lo studio, aiutandoli nello svolgimento dei compiti. Questo risultato, apparentemente scontato, può essere raggiunto in molti modi diversi, e alcuni di questi possono fare la differenza. Il Centro Studi IRIDAC è un centro specializzato nelle difficoltà scolastiche e utilizza strumenti e tecniche specifiche per migliorare il rendimento e disattivare i comportamenti oppositivi. Per realizzare il doposcuola specialistico del Centro Studi IRIDAC sono necessari diversi requisiti. Di seguito un elenco di quelli principali.

Basso rapporto numerico tra studenti e tutor
Il Centro Studi IRIDAC segue criteri d’intervento specifici ed è molto attento alla qualità dei suoi servizi. Il rapporto tra bambini/ragazzi e tutor è al massimo di 3:1 (max. 3 studenti per ogni tutor presente). Questo rapporto numerico è stato pensato per supportare al meglio i vostri figli e risulta particolarmente funzionale permettendo di monitorare attentamente tutte le attività di studio dei bambini e dei ragazzi, guidandoli nella scelta delle modalità di lavoro migliori e più idonee a portare a termine le attività di studio.

Il metodo di studio
Il Centro Studi IRIDAC mira all’autonomia nello studio. Molti doposcuola hanno come unico obiettivo il completamento dei compiti per casa. A volte, nell’intenzione di raggiungere questo risultato, si rischia di “aiutare troppo” impedendo ai bambini e ragazzi di imparare realmente. Il nostro doposcuola specialistico mette al primo posto la realizzazione di un “metodo di studio efficace”, così che i compiti per casa vengano realmente portati a termine dai vostri figli, con la costante supervisione dei nostri tutor.

Le tecniche per il controllo attentivo
Molto spesso le vere difficoltà durante i compiti non dipendono dalle capacità del bambino o del ragazzo, ma piuttosto dalla sua scarsa organizzazione durante lo studio. Per alcuni bambini la gestione ordinata di libri e quaderni, la consapevolezza di quanti e quali esercizi fare, le strategie per restare focalizzato sul compito, la difficoltà nel restare seduti durante lo studio, possono essere il vero ostacolo da superare. Il Centro Studi IRIDAC si avvale di sistemi e tecniche per migliorare il controllo attentivo e ottimizzare il tempo dedicato ai compiti. L’obiettivo che intendiamo perseguire è rendere vostro figlio autonomo durante lo studio.

I software specializzati
Oltre ai sistemi tradizionali (carta-matita), presso il Centro Studi IRIDAC è possibile avvalersi di programmi informatici dedicati e specializzati per lo studio: creazione di mappe concettuali per la preparazione delle materie argomentative (italiano, storia, geografia, scienze, tecnologia, ecc.); quaderni elettronici per la compitazione degli esercizi matematici; software di potenziamento per competenze specifiche (ad es. recupero in ortografia, apprendimento di tecniche per il calcolo rapido, regole grammaticali e scorciatoie per ricordare numeri e date, ecc.). Ci avvaliamo dei migliori programmi del settore e abbiamo a disposizione per i vostri figli tutta la gamma di software specializzati della cooperativa “Anastasis”, la prima azienda italiana produttrice di software per l’apprendimento. Per saperne di più, visita il sito www.anastasis.it.

Attività motivazionale e tecnologia
La motivazione è alla base di qualunque lavoro ben fatto. Tra i problemi della scuola di oggi osserviamo certamente la poca attenzione agli aspetti motivazionali degli studenti. Tutti i bambini e ragazzi sono oggi abituati ad ottenere informazioni in maniera molto diversa rispetto al passato: ogni risposta è immediatamente disponibile con pochi click su un qualunque dispositivo e il sistema d’apprendimento è diventato rapido, diretto e meno “faticoso”. Le attività di studio all’interno delle mura scolastiche invece, sono rimaste sostanzialmente le stesse nel corso degli anni, finendo per ridurre l’interesse degli studenti e aumentare la loro distraibilità. Motivare allo studio significa proporre un buon insegnamento con strumenti nuovi, più coerenti con gli interessi e le abilità dei nostri ragazzi. Il Centro Studi IRIDAC riesce a rendere l’apprendimento più stimolante perché promuove la creatività mediante strumenti capaci di migliorare l’esperienza di studio.

Comportamento e relazione
Fare doposcuola non significa soltanto fare “i compiti per casa”. Esistono molti aspetti, ugualmente importanti, che devono essere monitorati, gestiti e promossi adeguatamente. Si pensi, ad esempio ai comportamenti disfunzionali che i bambini mettono in atto durante lo studio, anche a casa, nel rapporto con i genitori.  Si tratta di aspetti molto rilevanti, che possono compromettere l’esito di qualunque attività. Il centro Studi IRIDAC pone tra i suoi obiettivi principali quello di aiutare i bambini e i ragazzi a trovare le strategie migliori per ridurre la frustrazione durante lo studio e promuovere i comportamenti e le relazioni più adattive.

La preparazione dei tutor
Per realizzare concretamente gli obiettivi sopraelencati sono necessari professionisti preparati e motivati. Il Centro Studi IRIDAC si avvale esclusivamente di tutor specializzati: i nostri responsabili del doposcuola, oltre ad avere una laurea di secondo livello (laurea magistrale), possiedono una specializzazione universitaria in apprendimento e comportamento (Master Universitario). Il nostro Staff è composto da Psicologi, Logopedisti, Pedagogisti e tutor laureati in indirizzi specifici (Matematica, Lettere classiche, Lingue straniere, ecc.). Ognuno dei nostri operatori frequenta con regolarità corsi di aggiornamento e percorsi di formazione.

Regolamento del doposcuola specialistico (scuola primaria)

I bambini della scuola primaria accedono al Centro Studi IRIDAC alle ore 15:00. La prima attività richiesta è quella di tirar fuori dagli zaini i libri e i quaderni necessari per lo studio. Sono previste apposite vaschette personalizzate con il nome di ogni bambino in cui riporre il materiale di studio per mantenere più facilmente l’ordine sui banchi.

Prima di raggiungere l’aula formazione, ai bambini verrà consegnato un apposito sacchetto, per contenere i gettoni che dovranno conquistare durante il lavoro in aula. Una volta dentro, i tutor indicheranno in quale “isola d’apprendimento” sedersi per iniziare a lavorare. Le isole d’apprendimento sono tre:

– Isola dei numeri

– Isola delle lettere

– Isola dei software (isola informatizzata)

È previsto che ogni bambino lavori in ciascuna isola per un tempo di 30 minuti. La scelta del tempo non è casuale: la capacità attentiva di un bambino di 7-10 anni difficilmente può superare i 20-30 minuti consecutivi. Per questo motivo, il cambiamento di modalità e postazione di studio ogni mezz’ora, aiuta a mantenere canalizzata l’attenzione per un tempo globale più lungo.

Terminato il lavoro nelle tre isole (dopo 90 minuti di studio), è previsto il passaggio di tutti i bambini nella stanza delle attività, dove trascorreranno l’ultima mezz’ora del trattamento. Si tratta di una stanza pensata per stimolare le abilità di organizzazione e controllo del comportamento (funzioni esecutive), mediante l’utilizzo di giochi e attività specifiche che tutti devono svolgere insieme. Molti bambini, infatti, mostrano scarse capacità di gioco con i loro coetanei e finiscono spesso per isolarsi con smartphone e videogames. L’attività di gioco cooperativo merita di essere promossa e stimolata perché permetterà ai nostri ragazzi, una volta cresciuti, di sapersi integrare correttamente con gli altri coetanei. Questa particolare attività risulta inoltre fondamentale perché agisce da sistema motivante (vedi il paragrafo uso dei gettoni nella stanza delle attività).

Durante lo studio il tempo sarà scandito dal suono di due diversi tipi di campanelle:

Campanella di fine attività
È prevista ogni 30 minuti per indicare ai bambini che devono spostarsi in un’altra isola. Dopo il suono di questa campanella viene assegnato un gettone rosso ad ogni bambino che ha portato a termine l’attività di studio assegnatagli.

Campanella per il controllo attentivo
È prevista con cadenza casuale (generalmente ogni 10-20 minuti) per verificare il livello partecipazione del bambino. Subito dopo il suono di questa campanella, viene assegnato un gettone blu ad ogni bambino seduto a lavorare nella sua postazione.

Uso dei gettoni nella stanza delle attività

In funzione del numero e del tipo di gettoni acquisiti durante il tempo dedicato allo studio sarà possibile migliorare l’esperienza all’interno della stanza delle attività.

 – Gettoni rossi: permettono di accumulare “punti” per l’ottenimento di premi (token con reward a valore costante).

 – Gettoni blu: migliorano l’esperienza ludica e/o creativa permettendo di ottenere “bonus” durante le attività di gioco.

Questa tecnica, insieme a tutte le altre proposte durante il doposcuola, consente di impostare al meglio le abitudini di studio permettendo di migliorare l’organizzazione e l’autoregolazione dei comportamenti.

Regolamento del doposcuola specialistico (scuola secondaria)

I ragazzi della scuola secondaria di 1° grado accedono alle ore 17:00 direttamente nell’aula del doposcuola. Il tempo dedicato ai compiti è di due ore durante le quali è previsto generalmente lo studio di due discipline, da effettuarsi nelle isole d’apprendimento a disposizione. Diversamente dal doposcuola rivolto ai bambini della scuola primaria, non sono previsti gettoni o altre attività di tipo “comportamentale”. Il lavoro è rivolto prevalentemente alle tecniche di studio (con l’ausilio di programmi specializzati), ai compiti per casa e alla preparazione delle interrogazioni. Nonostante questo, gli obiettivi restano sostanzialmente gli stessi e le modalità di lavoro promuovono l’autonomia e la creazione di un metodo di studio efficace.

Il monitoraggio online dei comportamenti e degli apprendimenti

I nostri tutor non si limitano a seguire i bambini e ragazzi durante le ore di doposcuola, ma effettuano una verifica costante dei progressi e delle fragilità di ogni bambino. Per ogni incontro effettuato nel pomeriggio, i tutor del Centro Studi IRIDAC compilano un questionario online per monitorare il rendimento e il comportamento di tutti i bambini, mese dopo mese. Mediante un apposito modulo online costruito esclusivamente per il doposcuola specialistico IRIDAC (scuola primaria), sarà possibile, per ogni genitore, conoscere come sta procedendo il lavoro monitorando un grafico che fornisce informazioni in merito a 10 parametri, 5 riferiti all’apprendimento e 5 al comportamento, così come indicato di seguito:

Apprendimento:

  • – Organizzazione
  • – Efficacia
  • – Autonomia
  • – Attività scritte
  • – Attività orali

Comportamento:

  • – Relazione
  • – Tono di voce
  • – Impegno
  • – Rispetto
  • – Attenzione

I genitori, consultando il grafico inviato direttamente sul loro smartphone, potranno dedurre dal totale dei punteggi il giudizio complessivo su scala 0-10. Pertanto, sulla base dei giudizi osservati nel grafico del piccolo Mario Rossi (vedi figura a pag. 9), i parametri di apprendimento e comportamento mostrano ottimi risultati.

Vi invitiamo a fissare un appuntamento con la direzione per richiedere il monitoraggio online e la relativa spiegazione dell’applicazione dedicata (generalmente dopo il primo mese di doposcuola).

Suggerimenti e indicazioni ai genitori

Molti genitori, nel tentativo di aiutare i propri figli a fare i compiti, mettono in atto comportamenti conflittuali e squalificanti. I bambini, d’altro canto, reagiscono spesso amplificando il conflitto e diventando oppositivi e aggressivi. Il rapporto tra genitori e figli durante i compiti risulta particolarmente vulnerabile, suscettibile di generare vere e proprie “battaglie pomeridiane”. Sarebbe opportuno, per tutti i genitori che si trovano in questa condizione, affrontare un breve percorso di “Parent Training”, allo scopo di modificare i comportamenti impropri e promuovere le scelte più funzionali per migliorare il clima familiare. A volte piccoli cambiamenti nel modo di comunicare con i propri figli possono ridurre l’oppositività e migliorare la relazione.

Alcuni bambini, specialmente quando vivono con fatica lo studio, possono mostrare un po’ di resistenza all’idea di dover frequentare un doposcuola. Non bisogna dimenticare, infatti, che nonostante l’ambiente sia positivo e stimolante si tratta comunque di un luogo in cui si fanno i compiti e viene richiesto un certo livello di impegno. Qualche volta, pertanto, i bambini possono reggere con un po’ di fatica lo studio pomeridiano e lamentarsi per i compiti da svolgere. Tuttavia, dopo un primo periodo di “rodaggio”, i bambini e i ragazzi finiscono per adattarsi bene e lo studio durante il pomeriggio diventa via via meno faticoso e più stimolante. Suggeriamo ai genitori, pertanto, di vivere con serenità un’eventuale resistenza iniziale a frequentare il doposcuola, perché si tratta di atteggiamenti comuni che sono destinati a risolversi nei primi mesi.

Può succedere che qualche bambino si rifiuti di fare i compiti per casa durante il tempo passato al doposcuola, decidendo di non lavorare. Tale atteggiamento è frequente nelle prime fasi, specie con bambini tendenzialmente oppositivi. È buona norma evitare di cadere nella provocazione e non entrare in contrasto. Lo studio pomeridiano dei bambini della scuola primaria è premiato con vari sistemi di “rinforzo”, pensati proprio per disincentivare gli atteggiamenti oppositivi (gettoni, token economy, campanelle, ecc.). Se il bambino si renderà conto che il suo atteggiamento oppositivo non sortisce nessun effetto su tutor e genitori, capirà presto che risulta più conveniente seguire le indicazioni del doposcuola, per ottenere le ricompense previste per chi fa i compiti. Dopo che avrà sperimentato i primi successi, sarà spontaneo per lui continuare sulla strada giusta.

Il carico di compiti per casa che viene lasciato ai vostri figli è molto variabile e dipende principalmente dal valore che ne dà l’insegnante a scuola: in alcuni casi si tratta di esercizi semplici che possono essere svolti rapidamente, in altri casi potremmo avere a che fare con un carico di studio notevole, capace di impegnare tutto il pomeriggio e parte della sera. Alcuni bambini possono faticare a completare tutti i compiti, anche in presenza del giusto impegno. In questi casi i tutor sapranno suggerire strategie alternative con l’uso di strumenti compensativi specifici, capaci di rendere lo studio può agevole e meno dispendioso in termini di energia. Tuttavia, se il bambino nonostante tutti gli accorgimenti e i supporti faticasse comunque nel portare a termine i compiti per casa, sarà opportuno rivalutare il carico di studio richiesto e rimodularlo in funzione del tempo impiegato e delle difficoltà riscontrate.

Modalità di accesso, indicazioni e regole

Gli incontri pomeridiani del doposcuola specialistico IRIDAC hanno durata di 120 minuti, ed è possibile accedervi dal lunedì al venerdì, dalle 15:00 alle 17:00 (scuola primaria) e dalle 17:00 alle 19:00 (scuola secondaria di 1° grado).

La retta dev’essere pagata anticipatamente, e comunque non oltre la prima settimana del mese. Il genitore avrà cura di comunicare in segreteria la cadenza settimanale (da un minimo di 2 incontri a un massimo di 5 per settimana) specificando in giorni della settimana che intende frequentare:

  • cadenza bisettimanale, 2 giorni dal lunedì al venerdì;
  • cadenza trisettimanale, 3 giorni dal lunedì al venerdì;
  • cadenza tetrasettimanale, 4 giorni dal lunedì al venerdì;
  • cadenza pentasettimanale, tutti i giorni dal lunedì al venerdì.
  • cadenza giornaliera, da concordarsi di volta in volta con la segreteria, previa disponibilità posti.

Il genitore potrà modificare la scelta dei giorni comunicandolo in segreteria all’inizio del mese, al momento del pagamento della retta, previa disponibilità di posti.

La frequenza mensile del doposcuola non prevede recuperi in caso di assenze. Tuttavia è possibile, in via eccezionale, recuperare un’assenza se:

  • viene comunicata con anticipo (almeno 24h prima);
  • sono disponibili posti liberi (non eccedenti il numero massimo di bambini/ragazzi previsti per turno);
  • viene recuperata entro 7 giorni dall’assenza (ad es. un’assenza fatta di giovedì, dev’essere recuperata entro il mercoledì successivo).
  • non si sia già verificata due volte nello stesso mese.

I giorni festivi (giorni rossi del calendario o giorni festivi indicati dall’amministrazione comunale), non potranno essere recuperati in nessun caso.

Nei mesi con un numero rilevante di festività (ad es. periodo natalizio/pasquale), il pagamento sarà conteggiato sul numero effettivo di giorni utili per il trattamento e, nel caso in cui tale conteggio risulti più vantaggioso per il cliente, l’importo dovuto sarà automaticamente ricalcolato a favore di quest’ultimo. Tale procedura si adotterà anche nel caso si inizi a frequentare il doposcuola a mese ormai avviato. Per ulteriori chiarimenti vi invitiamo a rivolgervi in segreteria.

I tutor del Centro Studi IRIDAC si prenderanno cura dei bambini e dei ragazzi a partire dalle ore 15:00. Si invitano i genitori che hanno accompagnato i loro figli al centro in anticipo a non lasciarli soli, prima che l’operatore li abbia effettivamente accolti. Invitiamo i genitori, inoltre, a riprendere i loro figli con puntualità (ore 17:00) per permettere ai tutor di continuare a lavorare con i ragazzi del secondo turno.

Suggeriamo ai genitori dei bambini della scuola primaria, dopo averli accompagnati al centro alle ore 15:00, di allontanarsi rapidamente, in modo da permettere loro di iniziare il doposcuola insieme agli altri bambini. I genitori che restano in sala d’attesa cercando di rassicurare e motivare i loro figli, rischiano inconsapevolmente di alimentare capricci e resistenze.

Conclusioni

Il doposcuola specialistico del Centro Studi IRIDAC è il luogo giusto dove permettere ai vostri figli di esprimere tutte le loro potenzialità. Psicologi ed educatori qualificati si dedicheranno per supportarli al meglio, tenendo conto dei loro punti di forza e delle loro difficoltà, nell’intenzione di renderli autonomi durante lo studio. Per realizzare concretamente questo obiettivo, è necessario che i bambini e i ragazzi trovino le strategie giuste per portare a termine i loro compiti, imparando tecniche nuove, sperimentando metodi efficaci e utilizzando strumenti mirati.

Contatti

Centro Studi IRIDAC, viale Boccetta, Is. 374, (40 metri dopo il Palazzo della Cultura, direzione mare) 98122, Messina.

Tel 090.9016970 – 347.6595206

www.iridac.it

centroiridac@gmail.com

× Ciao, come posso aiutarti?